Loading...
Cerca nel sito

Luciano Pietronero ha spiegato su La Repubblica come valutare i progetti del Recovery Fund con i big data e l’intelligenza artificiale

In un’intervista apparsa su La Repubblica qualche giorno fa, il Presidente del Centro Ricerche Enrico Fermi, Luciano Pietronero, ha spiegato in che modo i big data e l’intelligenza artificiale possono aiutare l’Europa a valutare i progetti del Recovery Fund.

Si tratta di Economic Fitness and Complexity, una metodologia elaborata da fisici della Sapienza e del Centro Ricerche Enrico Fermi, che permette di misurare lo stato di salute di un Paese e predire le capacità di sviluppo dello stesso.

Da 3 anni questo metodo è stato adottato dalla World Bank di Washington ed ora sarà utilizzato anche dalla Commissione Europea al fine di valutare i progetti del Recovery Fund.

Com’è riuscito il team di Pietronero a combinare l’utilizzo di big data ed intelligenza artificiale creando un metodo di definizione più attendibile nell’analisi dei Paesi?

“Per analizzare un Paese si prendono usualmente 100 indicatori: l’economia, l’inquinamento, la rete stradale, l’educazione, la finanza e così via, raccogliendo un vasto insieme di dati”, dice Pietronero.

“Ma i dati da soli non bastano, perché quando sono tanti creano anche tanta confusione che rende difficile la previsione. Quindi abbiamo deciso di fare un’operazione abbastanza originale nell’ambito dei big data, cioè li riduciamo per cercare quelli essenziali ed evitare la discrezionalità dei 100 parametri”.

Così, Pietronero ed il suo team hanno deciso di concentrarsi sui prodotti ed i servizi che un Paese è in grado di realizzare.

Prendendo come esempio l’iPhone, la capacità di produrlo fornisce informazioni anche sul livello di istruzione, sul lavoro, sull’informatica, sulla rete stradale e altro.

“L’assunto principale della Economic Fitness è che il successo di un Paese è dato da un indicatore che si basa sulla diversificazione (quante cose diverse produce) pesata dalla complessità del prodotto (che dice quanto ritorno economico si avrà)”.

Per sapere di più su EFC, come viene applicata, cosa ci dice sull’Italia e sul nostro futuro clicca qui per leggere l’intervista completa realizzata da Marco Pratellesi a Luciano Pietronero!