Loading...
Cerca nel sito

Hai mai sentito parlare del paradosso di Fermi?

Esistono altre forme di vita sviluppata nell’universo? Questa è una domanda che, almeno una volta nella vita, ci siamo posti tutti, dopo aver visto un film sugli extraterrestri o sentito qualche notizia al TG che parlava di un avvistamento UFO, sigla che sta ad indicare un oggetto volante non identificato. A volte sembra suonare come un interrogativo banale, eppure anche le più grandi menti della storia si sono domandate se siamo mai entrati, o mai entreremo, in contatto con popolazioni extraterrestri.

Anche Enrico Fermi si è posto questa domanda e più che darle una risposta ne ha tratto fuori un paradosso. Questo paradosso nasce da una stima effettuata da Fermi della probabilità di contatti tra la terra e le popolazioni extraterrestri. Secondo i suoi calcoli la terra dovrebbe essere stata colonizzata o visitata da popolazioni aliene ma non esistono evidenze scientifiche che questo sia accaduto.

I dati su cui si fondava lo studio di Fermi sono i seguenti: il Sole è una stella giovane e ci sono miliardi di stelle più vecchie di alcuni miliardi di anni. Alcune di queste stelle dovrebbero avere dei pianeti abitabili, anche simili alla Terra, essendo il nostro un pianeta tipico. Proseguendo col suo paradosso Fermi afferma la probabilità che alcune di queste civiltà extraterrestri avrebbero potuto sviluppare viaggi interstellari. A conclusione di questa analisi, supponendo che la Terra sia un pianeta tipico, Fermi ipotizzava che nel giro di una decina di milioni di anni la nostra galassia sarebbe stata interamente colonizzata.

#ufo #paradossodifermi #enricofermi #cref