Loading...
Cerca nel sito

MISURE DI RAGGI COSMICI AI LABORATORI DI LEGNARO CON IL PROGETTO EEE (en translation)

Si è appena concluso ai Laboratori Nazionali di Legnaro dell’INFN, il meeting generale del progetto EEE Extreme Energy Events – La Scienza nelle Scuole: un progetto di citizen science sull’origine dei raggi cosmici realizzato in collaborazione tra il Centro Ricerche Enrico Fermi (CREF) e l’INFN.

All’evento hanno partecipato in presenza, oltre a ricercatori e ricercatrici, un centinaio di studentesse, studenti e insegnanti provenienti da scuole di tutta Italia, e molti altri hanno seguito da remoto.

Durante le tre giornate, dal 27 al 29 novembre, si sono tenuti alcuni seminari sulle attività del progetto EEE e di PolarquEEEst (“spin off” di EEE per la misura dei raggi cosmici vicino al polo Nord) e su alcuni rami di ricerca portati avanti ai Laboratori di Legnaro, come l’astrofisica nucleare e la produzione di radionuclidi per la medicina.

Gli studenti e le studentesse hanno avuto la possibilità di visitare le aree sperimentali dei laboratori e scoprire le attività che si svolgono al loro interno.

L’evento centrale è stata una masterclass in cui le studentesse e gli studenti hanno in prima persona acquisito, analizzato e poi presentato alcuni dati dal telescopio presente ai Laboratori per valutarne l’efficienza. Gli studenti del progetto EEE, infatti, partecipano attivamente allo studio delle prestazioni dei rivelatori con la nuova miscela a basso impatto ambientale che la collaborazione EEE ha individuato nell’ambito della sua transizione ecologica

Ospitare questo importante evento è stata una grande opportunità per i Laboratori Nazionali di Legnaro dell’INFN, che sono fortemente coinvolti nel raccontare e mostrare le meraviglie e le sfide della ricerca alle nuove generazioni”, è stato il commento di Fabiana Gramegna, già Direttrice dei Laboratori di Legnaro, alla chiusura delle tre giornate.

Il meeting del Progetto EEE con le  Scuole appena concluso è stato un grande successo che ripaga ampiamente gli sforzi organizzativi” ha detto Marco Garbini, “L’incontro con gli studenti è sempre un momento di grande emozione e poter lavorare con loro è un po’ il cuore e la forza del Progetto EEE. Mi sento anche di ringraziare, oltre i colleghi di EEE, chi ci ha ospitato e aiutato nella riuscita dell’evento.”